Translate

giovedì 18 maggio 2017

Blue Whale - Realtà o suggestione

Domenica 14 Maggio Le Iene (noto programma d'inchiesta di Italia 1) ha mandato in onda un servizio condotto da Matteo Viviani su un presunto gioco online chiamato Blue Whale.
Sarebbe un gioco sul web che induce a chi partecipa la volontà di suicidarsi.
Si chiama Blue Whale in quanto prende spunto delle balenottere azzurre che per motivi poco chiari arenano volontariamente a riva e muoiono. Appunto si suicidano.
Sono poco incline a dare consenso alle Iene in quanto sono fermamente convinto che i servizi sono fatti ad hoc per creare la suggestione in chi segue la trasmissione. Come lo show business richiede.
Ma voglio lasciare i miei dubbi da parte e dare il beneficio del dubbio.
A vedere il servizio (che potete trovare facilmente sul web) tutto sembra essere un grande puzzle che si incastra a perfezione.
Senza spiegare tutta la dinamica in quanto ci sono innumerevoli siti più autorevole che lo hanno fatto mi voglio soffermare a delle semplici considerazioni.
Quindi un gruppo di persone convincono degli adolescenti, che sembrano essere le vittime preferite forse perché più malleabili, a suicidarsi. In 50 giorni devono seguire 50 regole. L'ultima regola ovvero il 50 giorno è quella di suicidarsi.
Possibile che non si riesca a risalire ai colpevoli?
Per ora è stato catturato un certo Philipp Budeikin che secondo le autorità russe sarebbe uno degli ideatori del macabro gioco. Si fanno chiamare curatori coloro che dettano le regole giornaliere.
Quando è stato preso ha dichiarato di aver fatto tutto per punire e ripulire la società.
Possibile che una sola persona sia capace di architettare un gioco tanto perverso in grado di generare 130 suicidi solo in Russia?
Sinceramente abituato a tentare di vedere le cose da diverse prospettive tutta la situazione sembra un film, sembra tutto così paradossale.
E' difficile rintracciare delle persone sul web a meno che non si hanno a disposizione risorse importanti come del resto il governo russo possiede. Per questo non capisco come ancora non siano stati rintracciati. Forse chi detta le regole sono abilissimi hacker?

Se il Blue Whale è reale penso che ci sia dietro qualcuno molto potente oppure più di qualcuno e non uno psicopatico che architetta tutto dal computer di Casa.

Nel servizio delle Iene viene detto che i curatori mandano ogni giorno dei video di suicidi e omicidi che il malcapitato deve vedere. La maggior parte di questi video satanici. Che siano dei satanisti oppure appartenenti a società segrete come Skull & Bones ad organizzare il tutto? Che sia un grande sacrificio di massa per uno strano e macabro rituale?
E' solo una supposizione che non ha prove a sostegno.

Nel peggiore dei casi è un gruppo di deviati mentali che credono di essere parte ad un grande disegno che ancora non si sa quale sia lo scopo finale. Ammesso che ci sia.

Oppure non vi è un reale gioco virtuale e si sta cercando di dare una spiegazione plausibile a più di 130 suicidi solo in Russia? Più altri in Europa che secondo alcuni sono riconducibile al Blue Whale.

Capita che a volte bisogna dare un senso diverso alle cose perchè altrimenti non si riescono ad accettare. Ovvio che in Russia il tasso di suicidio degli adolescenti è alto e forse il Blue Whale è una copertura per nascondere altro? Nessuno lo sa, possiamo solo immaginare.

Link del servizio delle iene http://www.iene.mediaset.it/puntate/2017/05/14/viviani-blue-whale-suicidarsi-per-gioco_11243.shtml

Link del corriere della sera che controbatte: http://www.corriere.it/tecnologia/cyber-cultura/cards/blue-whale-gioco-suicidio-che-molto-probabilmente-non-esiste/cos-blue-whale_principale.shtml

L'argomento non è inerente al blog ma mi sembrava giusto parlarne. Se fosse tutto vero è una piaga che va assolutamente combattuta ed estirpata.

A voi le conclusioni